Nato a Villa Saviola alla corte "La Manuna" nel 1945, il 13, di maggio a circa un anno di età il grande salto nel capoluogo, a Motteggiana, dove tuttora vive e abita in via Roma, 19. Prima chitarraWainer Mazza a 15 anni grazie ad una esagerata fornitura di pasta per il negozio di alimentari gestito (poi per quarant'anni) dagli inseparabili genitori. A 19 anni, tra un rimando e una bocciatura per conseguire a Verona il diploma di perito elettrotecnico ovviamente mai utilizzato, l'avventura di Castrocaro per il famoso concorso di voci nuove che lo vede piazzarsi tra i primi trenta. Ma il tutto non da' seguito ad alcuna iniziativa di carattere professionale nel campo della musica, ed e' cosi' che il soggetto trascorre 32 anni della sua vita lavorativa in una grande industria di confezioni maschili con mansione di "guardone" del lavoro degli altri. Una pena! Ma la riabilitazione avviene gradatamente attraverso le prime poesie e canzoni che lo pongono all'attenzione degli organi locali e della stampa. Nel 1975 l'incontro e l'ingresso nel "Fogolèr", mitica associazione cenacolo che, a tutt' oggi, ha come obbiettivo la salvaguardia e il rilancio della parlata dialettale mantovana. Vengono cosi confezionate le prime ballate dialettali che hanno come soggetto il paese, il Po, Mantova, la natura, personaggi locali più o meno conosciuti e tutto quanto contenga tematiche rivolte al sociale e ai valori della persona. Aiutato dai "soloni" del tempo, cominciano a prendere corpo le prime uscite, gli interventi di intrattenimento, le animazioni, le recite personali, le promozioni sul territorio mantovano e anche oltre, per una media annuale che si va stabilizzando sulle 150 "prestazioni" più o meno occasionali. Giornali, riviste, televisioni, radio locali e non, parlano di lui come di un novello giullare del terzo millennio, cantastorie, cantautore, menestrello, animatore, presentatore, barzellettiere,  maestro (anche se non conosce il rigo musicale), cantante, musicista, ed altri attributi che adesso ci sfuggono.  Ad oltre sessant'anni ancora di lui si dice che ... ...